Al(tr)imenti ci arrabbiamo

By Federico Cembalo Adv, Copy Nessun commento su Al(tr)imenti ci arrabbiamo

Noto come ormai molto spesso si utilizzino le parole con una leggerezza disarmante, sia offline nelle chiacchiere al bar tra amici e colleghi, che online (Facebook vi dice nulla?). 

Un esempio? Eccolo:

 

Già solo il fatto che i buoni pasto possano migliorare le prestazioni dei dipendenti è opinabile, ma sorvoliamo. Così come li possano rendere più sani: se ogni giorno mangiassi un cheesburger da McDonald’s non credo diventerei lo spot vivente per il Ministero della Salute, nemmeno pagandolo con un buono pasto.

Ma arrivo al dunque. 

Alimentare la forza lavoro. Questo, per quello che mi riguarda, non può essere il payoff di una comunicazione pubblicitaria. E ammetto di aver strabuzzato gli occhi dall’incredulità nel leggerlo. 

Alimentare rimanda ad un concetto di passività: si dà da mangiare ad un cane o un bambino, che non sono al tal punto indipendenti da poterlo fare in totale autonomia. Quindi potremmo tranquillamente figurarci una schiera di dipendenti seduti sui seggioloni sventolare i loro ticket restaurant in attesa di essere imboccati.

Ma non è finita qui, perché si cita addirittura Marx: forza lavoro. Ora, per rendere meglio il coefficiente di difficoltà di arrivare ad utilizzarlo come sinonimo di dipendente  basterebbe dire che nemmeno googlando “dipendente sinonimo” si riesce ad arrivare a forza lavoro: nei tuffi sarebbe un triplo avvitamento carpiato.

In sintesi, adesso, ai bambini seduti sul seggiolone associamo la faccia di Karl Marx. 

Ci sono molti modi per esprimere uno stesso concetto, e non mi discosto molto dalla realtà nel dire che questo appena citato è un modo scorretto. 

Curiamo le parole, facciamo più attenzione.

Un altro modo, dunque? 

Pausa pranzo dei tuoi dipendenti con i ticket restaurant

Fai pranzare i tuoi dipendenti con i ticket restaurant

Che poi perché sfruttare questo spazio per un concetto così lapalissiano? I buoni pasto servono per definizione proprio a questo. 

Perché, invece, non ribadire il vero vantaggio nell’utilizzare i buoni pasto:

Rendi felici i tuoi dipendenti con i ticket restaurant! (senza “s” alla fine però).

E vissero tutti felici e contenti. Ma soprattutto con la pancia piena.

  • E se veramente l'articolo ti è piaciuto condividilo su:

LA TUA OPINIONE CONTA